Oggetto: Relazione attività realizzate da IS.ME.CERT. nel primo anno di collaborazione al Progetto “Marchio Standard Garantito Fiori della Campania”

Le attività dell’Istituto nell’ambito del progetto “Marchio Standard Garantito Fiori della Campania” hanno portato alla realizzazione dei seguenti obiettivi costantemente concordati con la Regione Campania:

  • Raccolta e gestione “Manifestazioni di interesse”

Le aziende floricole interessate ad aderire al Progetto sono state invitate a presentare una “manifestazione di interesse” al Progetto, non vincolante, attraverso dei manifesti divulgativi affissi nei principali mercati floricoli. Le manifestazioni di interesse pervenute in Istituto sono state acquisite ed esaminate. Sono pervenute circa 129 manifestazioni di aziende rappresentative del settore florovivaistico campano che operano nel territorio prevalentemente napoletano, qualcuna nella piana del Sele e in provincia di Caserta e Avellino;

  • Redazione del Regolamento per l’utilizzo del marchio

È stata predisposta tutta la documentazione necessaria alla gestione del sistema per il rilascio dell’autorizzazione all’uso del marchio. È stato realizzato il regolamento per l’utilizzo del marchio, il regolamento per la concessione dell’autorizzazione, la modulistica per la domanda di adesione, le schede per la registrazione giornaliera e settimanale delle produzioni. Sono state realizzate quattro bozze preliminari, discusse durante i numerosi incontri con i tecnici, e apportando successive modifiche fino all’edizione definitiva.

  • Presenza a Flora 2003

Nell’ambito della manifestazione “Flora 2003”, svoltasi presso il nuovo mercato dei fiori di Ercolano dal 21 al 23 novembre 2003, l’Istituto ha gestito una postazione di informazione presso lo stand della Regione Campania. Durante tale manifestazione si è svolta la votazione per scegliere tra i marchi proposti quello maggiormente gradito. Inoltre, sono state fornite delucidazioni e informazioni sul progetto e illustrati gli obiettivi dello stesso.

  • Realizzazione del Marchio (logo)

Il logo “Standard Garantito Fiori della Campania” è stato realizzato in diverse fasi. Da un esperto grafico sono state realizzate una serie di probabili soluzioni e tali bozze sono state sottoposte a valutazione durante un incontro da un platea di tecnici e produttori. Tra quelli proposti sono stati scelti i quattro marchi maggiormente graditi. Questi quattro marchi sono stati poi oggetto di referendum durante la manifestazione “Flora 2004” alla quale hanno partecipato addetti del settore. Il marchio che ha ottenuto maggiori preferenze è stato successivamente sottoposto ad ulteriore sviluppo per la realizzazione delle etichette extra, prima, seconda.

Il marchio è stato infine registrato presso la Camera di Commercio di Napoli;

  • Individuazione della tipografia per la stampe delle etichette

Per la realizzazione delle etichette sono state contattate diverse tipografie in grado di realizzare le etichette con le caratteristiche desiderate (in bobina, con numerazione singola progressiva, ecc). I preventivi delle tipografie sono stati sottoposti a valutazione e la tipografia che ha presentato quello più vantaggioso è stata contattata per definire i dettagli della fornitura. E’ stata ad oggi relizzata la stampa del primo milione di etichette;

  • Realizzazione delle schede tecniche di controllo qualità

Per ogni specie floricola, per la quale è pervenuta la manifestazione di interesse, l’Istituto ha sviluppato delle schede tecniche di controllo qualità partendo dalla relativa scheda di prodotto. La funzione della scheda di controllo è duplice: per i floricoltori rappresenta un valido supporto per controllare la qualità e lo standard della propria produzione, per gli ispettori addetti al controllo è una guida per un riscontro rapido ed efficace ai fini di una valutazione oggettiva delle produzioni a marchio. Le schede sono state distribuite e valutate sia dai floricoltori che dagli esperti tecnici che hanno suggerito, in occasione dei numerosi incontri, eventuali variazioni e/o correzioni. Tali schede sono state poi pubblicate sul sito internet dell’Ismecert.

  • Organizzazione e realizzazione di incontri tecnici

L’attività di confronto con gli operatori e con i tecnici del settore è stata costante e fitta, in un clima di fattiva collaborazione e costante contributo migliorativo. Gli incontri si sono tenuti presso le sedi dei mercati floricoli “Coop.va Masaniello” c/o il nuovo mercato dei fiori dei Ercolano e “Coo.pva Flora Pompei” a Castellammare.

Durante l’esecuzione del Progetto sono stati realizzati circa 20 incontri tecnici presso le cooperative di riferimento “Masaniello” e “Flora Pompei”. Ad alcuni sono stati invitati i tecnici del settore, ad altri anche i floricoltori coinvolti nel Progetto.

  • Lettere di invito ai floricoltori per l’adesione

Ad ogni singola azienda che ha presentato la manifestazione di interesse sono state inviate, nel periodo di agosto 2004, le lettere di invito a presentare l’adesione definitiva al progetto in modo da avviare in breve tempo la fase operativa del progetto. Al 15/10/2004 sono pervenute n° 59 domande definitive. Alcune domande risultano però incomplete degli allegati e si è sollecitato, telefonicamente,la tempestiva integrazione della domanda.

  • Prime verifiche in campo

Nel periodo di luglio-agosto 2004 l’Istituto è stato impegnato in attività di affiancamento ai tecnici regionali e delle cooperative impegnati in attività di sensibilizzazione ed informazione sul progetto. Durante questa fase è stato possibile acquisire nozioni sulle realtà aziendali interessate all’uso del marchio.

Dal 21 ottobre 2004 sono cominciate le prime verifiche di conformità presso le aziende che hanno presentato la domanda completa degli allegati. La verifica ha permesso di valutare la capacità dell’azienda a mantenere la rintracciabilità delle produzioni e la conformità del prodotto alla scheda tecnica. In molti casi le aziende, soprattutto quelle di piccola realtà produttiva che affrontano per la prima volta una gestione basata sull’autocontrollo, non sono risultate completamente organizzate per la gestione e la rendicontazionedelle etichette. Pertanto si ritiene utile ritornare a breve per valutare l’applicazione delle indicazioni fornite durante le prime visite.

  • Realizzazione sito internet e gestione informatica delle produzioni

La realizzazione del sito web dedicato al progetto “Marchio Standard Garantito Fiori della Campania” si è articolata in due fasi:

    • nella prima fase, conclusasi ai primi di agosto del 2004, è stata realizzata all’interno del sito web di IS.ME.CERT. (www.ismecert.it) un’apposita sezione dedicata al progetto, contenente i documenti per le aziende aderenti al sistema e le schede tecniche delle varietà floricole della Campania;
    • nella seconda fase, attualmente in fase di completamento, è stato registrato il nome di dominio www.fioricampania.it, acquistando nel contempo 100 Mb di spazio sui server ItNet (gruppo Wind) da utilizzare:
      • per l’hosting delle pagine web del sito web dedicato al progetto, attualmente in corso di pubblicazione;
      • per la conservazione dei messaggi e-mail della casella info@fioricampania.it, attivata dall’ISP ed attualmente in corso di attivazione anche sul sito;
      • per la pubblicazione, accluse alle pagine web del sito, delle fotografie delle varietà floricole campane.
      • Per la (ri)pubblicazione della documentazione di progetto attualmente sul sito IS.ME.CERT.

Per la registrazione delle produzioni delle aziende aderenti al sistema è stata realizzata, all’interno della piattaforma web di rintracciabilità di filiera (norma UNI 10939) Qualitàinline@®, la filiera “Standard Garantito Fiori Campania”. La piattaforma permette alle aziende aderenti la registrazione dei lotti prodotti, confezionati ed etichettati, previa registrazione delle anagrafiche aziendali nella piattaforma da parte di IS.ME.CERT. Le aziende possono accedere all’interfaccia loro dedicata previo inserimento di User Name e Password e procedere quindi alle registrazioni. I lotti saranno successivamente rintracciabili (rintracciabilità pubblica) nell’ interfaccia pubblica della piattaforma (vedi presentazione .ppt “RelazionePrimoAnno”).